Degustazione del Sigaro

conservazione degli habanos

Conservazione sigari Habanos

I sigari Habanos possono essere conservati anni e, come accade per i vini eccezionali, il tempo migliorerà le loro caratteristiche.

Un altra caratteristica che accomuna i sigari ai grandi vini, è la conservazione. I sigari infatti, devono essere conservati ad una temperatura compresa tra i 16° e i 18°C e una umidità relativa che va dal 65% al 70%. L’umidità è l’aspetto più cruciale. Se un Habano è troppo umido non si potrà fumare (non si accenderà e non potrà tirare). Se troppo secco avrà un sapore piccante.

Humidors

L’humidor ideale per conservare gli Habanos è il “Walk-in humidor” come quello che si trova nel nostro negozio. Dove temperatura e umidità sono controllati automaticamente. Questi sistemi offrono grandi spazi e possono contenere enormi quantità di box, ma non è una buona soluzione per un uso “casalingo”.

conservazione sigari

Walk-in humidor

Ovviamente strutture di tali dimensioni, sono solitamente rivolte a negozi o strutture ricettive. Mentre per il mantenimento di minori quantità di sigari, esistono humidors a scatola, di varie forme e dimensioni, che potranno soddisfare egregiamente il vostro bisogno di conservare sigari.

Inoltre, a prescindere dalle dimensioni, un umidificatore, che sia una scatola, una armadietto o persino una stanza realizzata appositamente per la conservazione sigari. Dovrà avere in ogni caso, una fonte che controlli e generi l’umidità necessaria.

Humidor da tavolo

Per la cura e conservazione casalinga dei sigari, è sempre consigliabile investire in un humidor di buona qualità. Una volta stabilita la dimensione a voi più consona, è fondamentale che questo sia sufficientemente solido, ed in grado di mantenere in maniera efficiente i vostri sigari, anche per lunghi periodi.

Al contrario un humidor di scarsa qualità, e di dubbia provenienza, potrebbe non garantire la stabilità delle condizioni di conservazione dei sigari. E quindi vi potreste ritrovare ad aver gettato, oltre che il modesto investimento per l’acquisto, anche tutti i sigari gelosamente conservati al suo interno, rovinati per sempre dal cattivo funzionamento dell’umidificatore. (vedi foto seguente)

conservazione sigari

Risoluzione dei problemi

La conservazione sigari, non è una faccenda da prendere con leggerezza. Qualora non si riscontrassero le ottimali condizioni di conservazione per un sigaro, potrebbero insorgere problemi:. Sia nel caso di carenza di umidità, sia nel caso di troppa umidità.

La cosa peggiore che possa succedere è che i sigari si secchino. La scarsità di HR (umidità relativa) attiva un processo irreversibile di cristallizzazione degli oli essenziali, contenuti nelle foglie di tabacco. Qualora quindi dovessimo trascurare i nostri sigari, per qualche mese, questi cominceranno a perdere il loro sapore, che mai torneranno a recuperare.

Di contro l’eccessiva umidità potrebbe far marcire il tabacco. E questo potrebbe portare alla creazione di muffe sui sigari o sulle pareti dell’humidor. In questo caso, abbondare di acqua l’unità umidificante del nostro humidor, non è sempre la soluzione migliore per “mantenere umidi i sigari per periodi piu lunghi”. Questa situazione ha però bisogno di un approfondimento: siamo certi che si tratti di muffa o è semplicemente infiorescenza dovuta alla microfermentazione?

Muffe o infiorescenze?

Come anticipato, ad inizio della pagina, coma accade con certi vini, anche i sigari migliorano col passare del tempo. Ma com’è possibile che ciò accada? Il miglioramento o l’affinamento dei sigari, con il passare del tempo è dovuto ad un continuo processo di microfermentazione naturale. Accade che, quando il tabacco trova determinate condizioni climatiche, che questa evoluzione subisca una spinta, e che sulla superficie dei sigari compaiano delle “infiorescenze” bianche simili a muffa. non c’è motivo di allarmarsi: E’ un segno che il sigaro è vivo, e sta bene. dopo qualche giorno di attesa, l’infiorescenza dovrebbe venire semplicemente spazzolandola con un pennello.

Diversamente le muffe, formatesi a causa di un eccessivo livello di umidità, sono estremamente dannose per il tabacco. Per riconoscere a quale fenomeno stiamo assistendo, è sufficiente osservarlo: Se il fungo è di colore bianco vivo, allora è fermentazione. Diversamente se il colore è tra il giallo verdastro, o nero grigiastro, allora abbiamo un problema di muffe.

conservazione sigari

Acari e Parassiti

Il peggior nemico del tabacco e quindi dei sigari, è un insetto chiamato Lasioderma Serricone (il famigerato Bicio). Danneggia i sigari, perforandone la capa e rendendo impossibile la fumata. Per fortuna le infestazioni sono rare, ma la migliore prevenzione è di non far mai alzare la temperatura del vostro humidor al disopra dei 18 °C.

L’unica soluzione è quella di mettere la scatola infetta in un congelatore per 4 giorni. Ciò non salverà gli Habanos danneggiati, ma ucciderà questi animaletti e le loro microscopiche uova, e salverà quindi i sigari non ancora intaccati dagli insetti.

I sigari che oggi si comprano in tabaccheria, distribuiti dagli importatori regolari, hanno subito un trattamento termico preventivo, che li rende sicuri dalla formazione del lasioderma, Ma nel caso abbiate nel vostro humidor, sigari di dubbia provenienza, vi consigliamo caldamente di fare molta attenzione alla possibile manifestazione di questo parassita infestante.

Mettere in frigo gli Habanos non rappresenta una soluzione ottimale:. I frigoriferi moderni sono più secchi di quanto si possa immaginare, ed il tabacco di cui sono composti i sigari, tende ad assorbire facilmente gli odori.

Stagionatura

Dal momento che un Habano lascia il banco del Torcedor, si stabilisce un’intima relazione tra le differenti foglie utilizzate nella sua fabbricazione. E’ necessario del tempo affinché la ligada di questo Habano si combini e dia quel sapore che aveva in mente il Maestro Ligador.

Per realizzare il corretto processo di invecchiamento di un Habano, è necessario un grande humidor, dentro al quale l’aria umida possa circolare intorno a ogni scatola e dove le condizioni climatiche si possano costantemente controllare. Queste sono caratteristiche molto delicate, che si devono ritrovare in primis nei negozi specializzati.

Vale la pena attendere il risultato, giacché il nostro Habano avrà completato la piena espressione del proprio sapore ed l’Habano dispenserà la sua essenza con generosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment