Origine degli Habanos

la raccolta foglia per foglia

Tabacco cubano, raccolto a mano, foglia per foglia

Circa 40 giorni dopo che le piante, sono state trapiantate dal semenzaio al campo, si può dare inizio alla raccolta tabacco. Un compito davvero arduo, perché ogni singola foglia di tabacco, deve essere raccolta a mano dai veguero, e successivamente trasportate alle case del tabaco. Dove si da il via al primo processo di essiccazione.

Il raccolto avviene, rimuovendo da ogni singola pianta, solamente due o tre foglie per volta. Con giorni di attesa tra una raccolta e la successiva. Questo fa si che la raccolta di un’unica pianta, necessiti di quasi 30 giorni di lavoro, per essere completata.

fasi raccolta tabacco

Lo schema qui sopra rappresenta in maniera semplificata, come le foglie vengono raccolte, dal basso verso l’alto, ad intervalli di tempo. Lasciando del tempo tra una raccolta e l’altra, questo per dar modo alla pianta di sviluppare ancora, le restanti foglie.

Le piante coltivate all’ombra (tapado) sono più alte e con più foglie, e quindi richiedono più fasi di raccolta tabacco.

raccolta tabacco a mano

Raccolta Tabacco Cubano

Le foglie del piano fogliare più basso della pianta, sono chiamate Mañanita. Queste foglie sono le prime che vengono raccolte, quando la pianta non è ancora formata completamente, per questo motivo, non sono particolarmente grandi. Quindi sono troppo piccole per essere impiegate nella realizzazione dei sigari Habanos. Nonostante ciò hanno le misure ideali per i sigaretti (Minis Cubanos).

raccolta tabacco cubano

Le foglie raccolte sono trasportate nelle case del tabacco degli agricoltori per essere curate all’aria; questa è la prima di una lunga serie di tappe che dovranno percorrere le foglie.

raccolta tabacco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment