statistiche gratuite
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
All for Joomla All for Webmasters

L'uso di fumare deve essere antichissimo, giacché sono state trovate pipe dell'epoca del bronzo, fatte di questo metallo.
Secondo alcuni la prima origine del fumare deve essere ricercata in cerimonie magiche, di carattere propiziatorio, allo scopo di attirare la pioggia producendo nuvole di fumo.
I sacerdoti Aztechi, all'inizio delle cerimonie religiose, usavano soffiare il fumo verso il Sole ed i quattro punti cardinali tramite pipe o direttamente dal tabacco arrotolato.
Durante questi riti i sacerdoti, qualche volta, anziché soffiare il fumo lo aspiravano; in questo modo deve essere stato scoperto che il fumo di certe erbe esercitava sull'organismo un potere ipnotico, od eccitante fino all'ebbrezza, permettendo quelle sensazioni che facilitavano la comunicazione con la divinità.
Così, progressivamente, dal fumo rituale si passa al fumo piacere.

1.000 a.C.
Gli antichi bassorilievi dei templi Maya ritraggono sacerdoti del Centro America che fumano tabacco attraverso le pipe. Le foglie di tabacco sono, infatti, molto diffuse per uso medicinale. Emergono due caste di fumatori: i fumatori di pipa alla corte di Montezuma e gli Aztechi che arrotolano le foglie in sigari crudi.

470 - 630 d.C.
Le tribù Maya iniziano a separarsi e il tabacco a viaggiare con loro, spostandosi verso il Sud America, dove si fuma avvolgendolo in foglie di mais e di palma, e verso il Nord, dove viene introdotto nella zona del Mississippi.
In America del Nord il tabacco viene sempre fumato con le pipe, fatte di argilla, marmo o chele di aragosta, oppure masticato, soprattutto al Sud, mescolandone le foglie ad altre piante.


La Newsletter del fumatore

La Bottega del Fumatore

Indirizzo: via Madonna della Salute, 70 - 35129 - Padova
Telefono & Fax: +39 049 612 181
Email: info@bottegadelfumatore.it
Partita Iva: 04466180280

 

Vai all'inizio della pagina